Consigli per scegliere il montascale per il trasporto dei disabili sulle scale

persona disabile in carrozzina ai piedi di una scala

Scegliere il montascale per una persona disabile non è mai cosa facile, e molti sono gli aspetti da considerare al fine di prendere la scelta giusta. Per le persone disabili delle semplici scale rappresentano una gravosa barriera architettonica, tale da impedir loro di entrare o uscire da casa. La persona disabile, infatti, in molti casi può muoversi solo con l’ausilio di una carrozzina. Il montascale, la cui funzione è permettere alle persone disabili di salire e scendere le scale, è quindi per loro uno strumento di vitale importanza.

disabile in carrozzina sotto una scala

Esistono moltissimi montascale per disabili e carrozzine sul mercato. Questi sono riconducibili a due categorie principali:

  • montascale fissi : servoscala o ascensori
  • montascale mobili

 

I montascale per disabili fissi sono gli ascensori domestici ed i montascale conosciuti anche col nome di servoscala. Questi ultimi sono composti da un seggiolino ancorato al muro o alla ringhiera della scala. Il servoscala scorre sopra le scale per mezzo di “rotaie” installate in modo fisso alla scala. Il disabile, in questo caso, sale e scende la scala senza la carrozzina e senza l’ausilio di un altro operatore.

Per quanto riguarda invece i montascale mobili , invece, ne esistono di diversi tipi, anch’essi riconducibili a due categorie:

  • montascale con le ruote, manuali o elettrici
  • montascale con i cingoli, quasi sempre elettrici

 

I montascale a ruote possono essere manuali oppure elettrici, mentre i montascale a cingoli sono tutti elettrici. Mentre alcuni montascale a ruote permettono di trasportare il disabile sulla carrozzina, per questo vengono chiamati montascale per carrozzine, altri sono dotati di una poltroncina e consentono esclusivamente il trasporto della persona disabile.

Servoscala - montascale fisso con poltroncina che scorre su rotaia

Differenze tra montascale, servoscale e ascensori

Ci sono delle differenze sostanziali tra i montascale fissi, ossia gli ascensori ed i servoscala, ed i montascale mobili.

Sia con l’ascensore che con il servoscala, la persona disabile, spesso si tratta di anziani con difficoltà motorie, è in grado di salire e scendere le scale autonomamente, ossia senza l’ausilio di un operatore. Poiché si tratta di dispositivi fissi che non comportano la salita e la discesa dei gradini, sono generalmente molto confortevoli e molto sicuri. Il più grande svantaggio degli ascensori domestici e dei servoscala è che possono essere utilizzati su un’unica scala. La mobilità della persona disabile o anziana è quindi limitata alle mura domestiche.

Inoltre, quando il disabile sale sul servoscala, la carrozzina rimane sul vano scale, quindi deve necessariamente esserci un’altra carrozzina al piano della scala di destinazione (superiore o inferiore). Un altro svantaggio dei servoscala è che limitano fortemente la fruibilità della scala su cui sono installati, in quanto ne diminuiscono la larghezza e la capienza. L’installazione di un servoscala comporta generalmente la muratura della scala. Ciò significa che il servoscala non è facilmente rimovibile dopo la sua installazione. Infine, un servoscale di buona qualità è generalmente molto costoso. Il prezzo base di questi dispositivi si aggira intorno ai 6.000 €.

Diverso il discorso per quanto concerne i montascale mobili, ossia quelli dotati di cingoli o ruote. Il loro principale vantaggio è che possono essere impiegati su scale diverse, anche all’interno dello stesso immobile. Inoltre si possono trasportare con l’auto. Questo aspetto diminuisce fortemente la limitazione motoria della persona in carrozzina. Come vedremo tra poco, esistono tuttavia delle differenze molto importanti tra i i vari tipi e modelli di monstascale mobili.

Il costo dei montascale mobili è molto variabile e mediamente inferiore rispetto a quello dei montascale fissi.

Il trasporto dei disabili sulle scale con il montascale a ruote

II montascale a ruote consente il trasporto della persona disabile sia all’interno dell’abitazione che al suo esterno. Questi montascale possono essere sia manuali che elettrici. Non tutti i montascale con le ruote permettono però il trasporto della carrozzina. Alcuni modelli infatti sono dotati di una poltroncina per il trasporto della persona disabile o anziana.

A differenza dei montascale fissi, il trasporto del disabile sulla scale richiede sempre la presenza di un operatore, la cui competenza e prestanza fisica sono essenziali per l’incolumità del passeggero.

Il montascale con le ruote, infatti, richiede una notevole interazione tra l’operatore e la persona disabile trasportata sulle scale. Questa deve essere mantenuta in equilibrio durante il trasporto. Il problema del mantenimento dell’equilibrio è molto gravoso per l’operatore di montascale con le ruote manuale.

Per questo motivo, i montascale manuali con le ruote sono adatti esclusivamente al trasporto su piccole scale, composte da pochissimi gradini e certamente non ripide.

Anche se i moderni montascale a ruote elettrici sono dotati di meccanismi di sicurezza che facilitano il compito dell’operatore, comportano sempre una maggiore fisicità del trasporto rispetto ai montascale cingolati. La sicurezza della persona disabile infatti è demandata alla competenza ed alla forza fisica dell’operatore. Questo è lo svantaggio più grande dei montascale a ruote.

La grande varietà di montascale di riflette anche sul loro prezzo. Un montascale manuale con le ruote può costare meno di 1.000 €, mentre Il prezzo di base per un montascale elettrico con poltroncina si aggira intorno ai 2.500 €.

I montascale a cingoli – connubio di mobilità e sicurezza, ma attenzione alla qualità

I montascale per persone disabili con i cingoli sono più sicuri di quelli con le ruote. Il motivo è che il peso del carico – ossia il peso della persona disabile, cui si aggiunge quello della carrozzina – viene scaricato sulla scala. Lo sforzo che l’operatore compie durante il trasporto è quindi decisamente inferiore rispetto ai montascale con le ruote. L’operatore sanitario non deve infatti tenere la carrozzina costantemente in equilibrio durante la salita e la discesa dalla scala.

Esistono molti montascale cingolati sul mercato, con un fascia di prezzo che oscilla tra 1.800 € e 9.000 €. Tuttavia, nella fascia di prezzo più bassa si trovano soprattutto prodotti di importazione asiatica, che spesso sono di bassa qualità.

La differenza di prezzo tra montascale cingolati rispecchia un diverso comfort per il passeggero, un diverso grado di sicurezza nel trasporto del disabile , una diversa portata di carico, nonché una diversa manovrabilità del montascale.

II montascale cingolati elettrici economici – il cui costo raramente supera i 4.000 € – pur essendo generalmente più sicuri rispetto a quelli con le ruote, consentono scarsa libertà di movimento perché i cingoli vanno solo in avanti ed indietro.

Con questi montascale non è possibile , o perlomeno è molto difficile, effettuare una rotazione della carrozzina sul vano scala.

inoltre, la carrozzina deve essere inclinata prima di iniziare la salita dalla scala e non c’è alcuna possibilità di modificare questa inclinazione nel caso in cui le circostanze lo richiedessero.
I montascale a cingoli per disabili di fascia più elevata sono decisamente più confortevoli, assicurano una maggiore sicurezza durante il trasporto e sono più maneggevoli.

I montascale a cingoli di Zonzini – Domino People e Domino People Slim

I montascale per disabili di Zonzini – Domino People e Domino People Slim – sono dotati di cingoli con un doppio motore elettrico.

Questi montascale hanno una portata di carico fino a 400 kg e consentono di trasportare anche le carrozzine elettroniche. Sia il Domino People che Domino People Slim dispongono di una tecnologia all’avanguardia che li differenzia molto dalla media dei saliscale cingolati attualmente sul mercato.

Ecco alcune delle caratteristiche funzionali che li contraddistinguono:

  • Dispongono di una funzione di inclinazione automatica della carrozzina durante il trasporto del disabile sulla scala.
  • Permettono di variare in qualsiasi istante l’inclinazione della carrozzina durante il trasporto sulla scala del disabile.
  • Consentono la rotazione fino a 360 gradi sul vano scale grazie a 2 motori indipendenti di trazione di cui sono dotati i cingoli.
  • La doppia motorizzazione elettrica permette il trasporto della persona disabile anche sulle scale elicoidali.
  • Permettono di trasportare la persona disabile sulla carrozzina anche scale inclinate fino a 45 gradi (La maggior parte dei montascale tradizionali sia a cingoli che a ruote consente la percorrenza su scale con angolo pari o inferiore a 35 gradi).
anziano in carrozzina nella sua abitazione

Conclusioni: come scelgo il montascale giusto per una persona disabile?

Come abbiamo visto, ci sono delle grandi differenze tra montascale fissi, come i servoscala e gli ascensori domestici, e i montascale mobili. I montascale fissi assicurano il massimo comfort per la persona disabile, in quanto si evita la salita e la discesa dai gradini. Inoltre, non è necessaria la presenza di un operatore per trasportare il disabile in carrozzella sulla scala. D’altro canto, però, questi montascale sono limitati alle mura domestiche. Inoltre, la loro installazione comporta una modifica strutturale dell’immobile spesso difficilmente reversibile. Un ulteriore svantaggio è che i montascale fissi sono generalmente molto costosi.

Il vantaggio principale che accomuna tutte le tipologie di montascale manuali, sia cingolati che con le ruote, è che possono essere spostati da una scala dall’altra. Permettono quindi la massima mobilità possibile alla persona disabile.

Tuttavia, come abbiamo visto, esistono notevoli differenze tra montascale con le ruote e montascale cingolati. Le differenza in termini di sicurezza, comfort e portata si rispecchiano nel loro prezzo, che tuttavia rimane normalmente inferiore a quello dei montascale fissi.

Va inoltre detto che montascale fissi e mobili non sono necessariamente delle scelte alternative. È infatti possibile che coesistano entrambi, a seconda delle specifica situazione del disabile, delle caratteristiche dell’immobile e della scala, nonché ovviamente anche delle possibilità economiche familiari.

In linea molto generale, quando la persona colpita da disabilità motoria è giovane, il superamento delle barriere architettoniche è di fondamentale importanza per la qualità della sua vita. Sarebbe tuttavia sbagliato pensare che la mobilità non sia un elemento importante per la qualità della vita di una persona anziana in carrozzina. Anche quando non svolgesse più un’attività professionale e le occasioni di uscita dalle mura domestiche fossero quindi ridotte rispetto alla persona giovane. Essere vecchi e soli, isolati dentro le proprie quattro mura a causa della propria limitazione motori. È un fattore determinante la condizione di isolamento della persona anziana, in quanto impossibilitata a partecipare ad attività sociali.

Un montascale Zonzini non è certamente la soluzione a questo grave problema, ma fornisce certamente un contributo essenziale al superamento della più grande barriera architettonica per le persone disabili: la scala.

Consigli per scegliere il montascale per il trasporto dei disabili sulle scale ultima modifica: 2020-04-29T21:32:52+02:00 da Zonzini